Articolo

Emergenza Terremoto Nepal – UNICEF

unicef

Un devastante terremoto ha sconvolto il Nepal – L’UNICEF è sul campo per mettere i bambini e le loro famiglie al sicuro.

Quando si tratta di emergenze, l’UNICEF è in prima linea per i bambini.

Quello che ha colpito alcune ore fa il Nepal con una magnitudo 7,8 è il peggiore terremoto che si sia registrato nell’area da oltre 80 anni. Mentre ti scriviamo il bilancio provvisorio delle vittime è di quasi tremilaseicento morti, ma è una cifra destinata purtroppo a salire molto nelle prossime ore.

È facile prevedere che un sisma così potente in zone densamente abitate come la capitale Kathmandu (2,5 milioni e mezzo di abitanti), e con la maggior parte degli edifici costruiti senza moderni criteri antisismici, abbia portato distruzioni su vastissima scala, probabilmente con migliaia di vittime. In questi frangenti i bambini, che costituiscono il 40% della popolazione nepalese, hanno bisogno di ogni genere di aiuto: acqua, cibo, medicine e cure sanitarie ma anche coperte, tende, pannolini e articoli per l’igiene.

L’UNICEF è presente in Nepal con due staff permanenti, quello dell’UNICEF Nepal e quello dell’Ufficio regionale per l’Asia meridionale (ROSA), che ha sede proprio a Kathmandu. In queste ore i nostri team si stanno rapidamente riorganizzando per entrare quanto prima nella fase operativa, quella in cui la massima priorità è salvare quante più vite umane possibile dalle macerie. Contemporanemente, saranno approntati piani per alleviare le sofferenze dei sopravvissuti, che già stanno per affrontare la prima notte all’addiaccio, con temperature di poco superiori ai 10°C e con previsioni di temporali in arrivo.

Il tempo è poco e come sai l’UNICEF è finanziata esclusivamente da donazioni: per questo il tuo aiuto è fondamentale.

GRAZIE
Comitato Italiano per l’UNICEF

DONA ORA

Corsi di Formazione

Non ci sono eventi imminenti

Vedi calendario

Seguici su Facebook