Negli innumerevoli utilizzi del cuoio, in ambiti industriali, commerciali, ecc. è necessario venga garantita la “non” tossicità del materiale a salvaguardia della salute degli individui.
Nel processo conciario dei pellami è previsto l’utilizzo di formaldeide, una sostanza che con alte concentrazioni può rappresentare una minaccia per la salute. Ecco perché è importante garantire che i pellami trattati non presentino questa sostanza in quantità tossiche.
A tal proposito la commissione Cuoio, pelli e pelletteria si è occupata del recepimento anche in lingua italiana della EN ISO 17226-1.

Questo documento specifica un metodo per la determinazione nei cuoi di formaldeide libera e rilasciata. Il metodo, basato sulla cromatografia liquida ad alta risoluzione (HPLC), è selettivo e non sensibile agli estratti colorati ed è previsto per essere utilizzato per la quantificazione precisa della formaldeide.
Il contenuto di formaldeide è la quantità di formaldeide libera e formaldeide estratta mediante l’idrolisi contenuta in un estratto acquoso ricavato dal cuoio in condizioni normalizzate.

All’interno del documento vengono riportati i seguenti riferimenti normativi:
• ISO 2418 Leather – Chemical, physical and mechanical and fastness tests – Sampling location;
• ISO 3696 Water for analytical laboratory use – Specification and test methods;
• ISO 4044 Leather – Chemical tests – Preparation of chemical test samples;
• ISO 4684 Leather – Chemical tests – Determination of volatile matter.

X
X