Pneumatici: contributo ambientale per il recupero

Al via dal 9 giugno 2011 la raccolta gratuita, presso i gommisti di tutta Italia, dei PFU – Pneumatici Fuori Uso – così come stabilito dal Decreto Ministeriale 82 dell’11 aprile 2011.

 

A partire dal 7 settembre coloro che acquisteranno pneumatici delle sei aziende socie di Ecopneus (società senza fini di lucro che si occuperà della raccolta, il trattamento e il recupero dei PFU) ossia Bridgestone, Continental, Goodyear-Dunlop, Marangoni, Michelin e Pirelli potranno leggere in fattura, o sullo scontrino fiscale, il contributo ambientale che copre, appunto, i costi di gestione e recupero dei pneumatici fuori uso.

X
X