Con la sentenza n. 3222/2020 del Tribunale di Roma si consolida l’orientamento della giurisprudenza di merito che riconosce la natura di imballaggio del film protettivo adesivo

La sentenza confermando i principi interpretativi elaborati in alcuni precedenti del Tribunale di Roma, ha ribadito che la qualificazione di un bene come imballaggio deve essere effettuata sulla base di un giudizio tecnico prognostico, fondato sulla natura del bene prodotto. A tal fine, deve essere valutata la sua destinazione intrinseca alla funzione d’imballaggio da verificare ex ante e in astratto, senza che rilevino suoi eventuali diversi  modi di utilizzo o usi secondari accertabili ex post e in concreto.

Consulta qui la notizia completa pubblicata dal CONAI

X
X